Utenti connessi 





TORNA SU














TORNA SU




 
 

Gli Aforismi di Giugno 2002

1

-------------

2

-------------

3

Le satire che il censore capisce vengono giustamente proibite
(Karl Kraus) Suggerito da Otto Freschetti

4

In un parcheggio riservato per handicappati, parcheggia sempre sicuramente un handicappato.
(autore a me sconosciuto) Suggerito da Massimo

5

I fatti sono la cosa più testarda del mondo.
(Michail Bulgakov) Suggerito da T.B

6

L'esempio è la forma più alta di autorità 
(autore a me sconosciuto) Suggerito da Miscot

7

Nessun uomo è abbastanza ricco da potere riscattare il proprio passato.
(Oscar Wilde) Suggerito da Tatiana

8

-------------

9

-------------

10

Tutto al mondo si può sopportare tranne una sfilza di belle giornate.
(J. W. Goethe) Suggerito da Max

11

L'avaro prova tutte le preoccupazioni del ricco e tutti i tormenti del povero. 
(autore a me sconosciuto) Suggerito da Annalisa

12

Quando non si ha ciò che si ama bisogna amare ciò che si ha. 
(autore a me sconosciuto) Suggerito da Annalisa

13

Se temi la solitudine non cercare di essere giusto.
(Jules Renard) Suggerito da Max

14

Quando si guardano troppo le stelle, anche le stelle finiscono per essere insignificanti.
(Jules Renard) Suggerito da Max

15

-------------

16

-------------

17

La libertà dell'individuo va limitata esattamente nella misura in cui può diventare una minaccia a quella degli altri. 
(John Stuart Mill) Suggerito da Fida M.

18

Gli ideali dividono gli uomini, gli interessi li uniscono.
(Salvatore Giustiziero) Suggerito da Patrizia

19

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore e' soltanto una specie di strumento ottico che e' offerto al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso.
(Marcel Proust) Suggerito da Momo

20

L'anima libera e' rara, ma quando la vedi la riconosci: soprattutto perche' provi un senso di benessere,quando gli sei vicino.
(Charles Bukowski) Suggerito da Momo

21

Il pessimista si lamenta al vento, l'ottimista aspetta che il vento cambi ed il realista aggiusta le vele.
(Nicolas Sebastien) Suggerito da